Trading Online: istruzioni per l’uso

Il Trading Online è la compravendita di azioni, obbligazioni e titoli su internet.

Rappresenta una grande opportunità per l’investitore perché gli contente di gestire autonomamente il proprio denaro, evitando di delegare ogni decisione a banche e promotori finanziari.

Un tempo investire era un’operazione complessa, oltre a richiedere delle competenze commerciali specifiche, comportava la necessità di recarsi alla piazza della Borsa a contrattare fisicamente i prezzi di ciò che si voleva comprare, è probabilmente per questo che è sorta la pratica di delegare la cura dei propri interessi ad altri e le banche hanno fiutato il profitto.

L’avvento di internet che ha rivoluzionato il mondo della comunicazione però ha accorciato le distanze, oggi con un clic l’investitore può collegarsi direttamente ai mercati finanziari, decidere su chi puntare e mantenere il controllo sul proprio patrimonio.

La possibilità di investire on line è un’enorme risorsa anche per le società che decidono di quotarsi in borsa con l’obiettivo di reperire capitali, grazie al web riescono a farsi conoscere non solo a livello locale o nazionale ma in tutto il mondo.

Ma cosa bisogna fare per accostarsi al trading on line?

Innanzitutto bando alla pigrizia, se si decide di congedare il proprio consulente finanziario bisogna farlo con la consapevolezza che sui mercati nulla è lasciato al caso e occorre conoscere bene le regole del gioco.

Sul web negli ultimi mesi sono apparse parecchie pubblicità che promettono guadagni facili e veloci, non è sempre così, infatti se è vero che la compravendita su internet può essere molto redditizia e che con il trading online ci si può anche campare, è altrettanto vero che per ottenere buoni risultati è indispensabile investire sulla propria formazione, non improvvisarsi ed informarsi leggendo libri, riviste specializzate e navigando sui siti internet dedicati al tema.

Prima di iniziare occorre stabilire quanto si è disposti a spendere, valutando la propria situazione economica con la consapevolezza che le cose potrebbero non andare subito bene, se non si dispone di risorse o non si è disposti a rischiare meglio lasciar perdere.

A livello operativo le prime mosse da fare sono dotarsi di una strumentazione informatica adeguata, contattare una società di intermediazione mobiliare per azioni (broker) che fornirà gli appositi software per entrare in contatto con il mercato finanziario e aprire un conto.

Nella scelta del broker si ha solo l’imbarazzo della scelta, su internet se ne trovano diversi, l’importante è affidarsi a società legali, cioè controllate da appositi organismi nazionali, verificare in via preliminare la fama che la società ha sul web e decidere se le commissioni proposte sono o meno di nostro gradimento.

Uno dei vantaggi del trading online comunque è il netto risparmio sul pagamento delle commissioni da pagare ai proker nettamente inferiori rispetto a quelle di banche e promotori.

Solo dopo avere affrontato tutte queste fasi preliminari il trader potrà cominciare a operare.

L’investitore perfetto è un calcolatore che analizza nel dettaglio ogni affare prima di buttarcisi e si accosta ad ogni situazione con estrema freddezza.

Mai scordare che paura e avidità sono acerrime nemiche di un buon trading on line: la prima spaventa e spinge a vendere prima del dovuto e la seconda porta ad arraffare nel breve periodo dimenticando il lungo termine, spesso più remunerativo.