Come arredare le camerette per bambini

Nelle camere per bambini nulla dovrebbe essere lasciato al caso: è tra quelle quattro mura, infatti, che bambini e adolescenti sono soliti trascorrere gran parte della giornata. Vuoi per lo studio, vuoi per le attività cui si dedicano nel tempo libero, se ne stanno quasi sempre rintanati lì dentro: ovvio, quindi, che al momento di arredare le loro stanzette sia fondamentale esaminare e prendere in considerazione quelle che sono le loro esigenze.

A cominciare dal letto, la cui scelta non deve comunque esulare dalle abitudini dei ragazzi: se i vostri figli, per intenderci, invitano molto spesso a casa i loro amichetti del cuore, allora è consigliabile acquistare un modello che sia dotato di un secondo letto estraibile da tirare fuori al momento del bisogno. Così facendo, infatti, sarà possibile ospitarli in qualunque occasione senza dover mettere a soqquadro la casa.

Dopodiché, concentratevi sulla scelta dell’armadio. Nel caso in cui lo spazio scarseggi, potreste optare, per esempio, per un armadio a ponte da montare attorno al letto: si tratta di una soluzione perfetta per le camerette dei bambini, dal momento che sfrutta angoli e pareti in maniera quanto più funzionale possibile con ante, scaffali, nicchie e cassetti a volontà. Se, invece, la stanza da arredare è sufficientemente grande, allora sbizzarritevi pure. Fate una scelta intelligente e acquistate, sin sa subito un armadio capiente con le ante scorrevoli: quando i vostri figli cresceranno, e saranno più attenti al modo di vestirsi, lo apprezzeranno molto. Stesso discorso per uno specchio, sia esso orizzontale oppure verticale.

Quel che poi non dovrebbe mancare, nella loro stanza, è una cassettiera: grande o piccola che sia è sempre molto utile, dal momento che al suo interno è possibile riporre la biancheria e i capi di maglieria in maniera pratica e ordinata.

Altrettanto indispensabile è, ovviamente, la scrivania: nelle camere più piccole si potrebbe ipotizzare un modello a scomparsa da richiudere quando non la si utilizza, mentre in quelle più grandi è consigliabile optare per un piano di lavoro ampio che dia ai ragazzi la massima libertà di movimento. Un occhio di riguardo lo merita, tuttavia, la sedia da abbinare alla scrivania: dev’essere confortevole, dal momento che si presume che i ragazzi vi si accomodino per dedicarsi allo studio. Tanto vale, allora, sceglierne una ergonomica che li faccia star comodi tra un capitolo di storia e un esercizio di algebra. Altri due elementi potrebbero poi completare le camere dei ragazzi: una libreria, nella quale riporre sia i libri di testo che i fumetti e i romanzi, e un eventuale divano per le pause relax. L’importante è che l’ambiente sia luminoso e supercolorato, cosicché bambini e adolescenti possano sentirsi a proprio agio nella loro stanza: abbondate, quindi, con applique e lumi e con mobili e complementi d’arredo dai mille colori che diano carattere alla camera. E se proprio volete “esagerare” e fornir loro tutto quello di cui hanno bisogno, allora non fategli mancare qualche chicca tecnologica: un piccolo televisore, con consolle annessa, in maniera tale che i momenti che i ragazzi dedicano ai videogiochi non disturbino voi, e uno stereo che li accompagni durante il tempo libero.

In quattro e quattr’otto, seguendo tutti questi accorgimenti, la camera da letto si trasformerà nel loro piccolo mondo. Un mondo in cui crescere felici e spensierati.