Le assicurazioni moto

Le assicurazioni per moto sono indispensabili per guidare il proprio mezzo di locomozione e, in base all’utilizzo che si è sicuri o si pensa di farne, è indispensabile scegliere quella che più adatta e conveniente. Al momento della stipula del contratto di assicurazione vengono rilasciati contrassegno e certificato, da mantenere sempre insieme e da mostrare uniti, qualora vi fossero controlli da parte della stradale o delle forze di polizia.

Le assicurazioni per la moto vanno pesate, anzitutto, sull’effettivo utilizzo che si fa del veicolo, per questo si dispone di tre differenti opzioni: semestrale, annuale o temporanea. La prima è la seconda sono l’ideale se si ha la certezza di utilizzare il proprio ‘bolide’ piuttosto frequentemente nell’arco dei sei o dei dodici mesi – spendere centinai di euro per un utilizzo limitato non è conveniente. Nel caso in cui si volesse limitare l’estensione ad un solo periodo – soluzione, questa, pensata soprattutto per chi utilizzi la moto nei mesi più caldi – è possibile optare per assicurazioni moto temporanee, che garantiscono un effettivo risparmio economico.

Le assicurazioni moto possono essere a franchigia fissa o ‘bonus – malus’: nel primo caso il contratto prevede la riduzione del premio assicurativo a fronte di un rimborso del contraente di un importo predeterminato, mentre nel secondo caso di anno in anno è previsto il costo del premio assicurativo è differente: se si è virtuosi e si conduce il proprio mezzo in maniera impeccabile vi è la possibilità di pagare meno, al contrario, commettendo numerose effrazioni, il costo assicurativo va inevitabilmente crescendo.

Nella stipula di assicurazioni moto, poi, è opportuno valutare con attenzione quali siano le proprie personali esigenze. Numerose sono le opzioni aggiuntive che garantiscono di poter ‘coprire’ con rigore gli eventuali danni nei quali potrebbe incorrere la motocicletta di proprietà. L’opzione ‘furto e incendio’ va a coprire il pagamento dei danni o l’acquisto di una nuova moto – il cui costo è valutato sulla base delle riviste specializzate di settore – mentre l’opzione ‘infortuni’ valuta un massimale di risarcimento a seguito di una grave incidente stradale patito dal conducente assicurato.

Comments: 1

  1. Corey U. Butler says:

    Ciao una macchina agricola in genere ha una tariffa fissa. C’è solo da decidere il massimale e se viene usata per conto proprio o per conto terzi. Sul conto proprio il costo annuale dovrebbe essere intorno ai 150 euro, il doppio se conto terzi. Sappi che la FATA Assicurazioni, del Gruppo Generali, è la compagnia degli Agricoltori. Prova con loro.